IN BICICLETTA SULLA LINEA GOTICA

LA STAFFETTA DELLA MEMORIA 2° edizione

Tra i principi della cooperativa sociale Costess, che opera soprattutto nel settore delle politiche giovanili, c’è la promozione di una cultura della legalità e della responsabilità.  Nell’ambito delle progettualità che la cooperativa realizza per perseguire gli scopi statutari, c’è  “In bicicletta sulla Linea Gotica – La Staffetta delle Memoria”,  manifestazione finalizzata alla promozione di una rinnovata attenzione per i valori inscritti nella Festa del 25 Aprile e nella Festa del Primo Maggio: la giustizia, la libertà, la solidarietà, la pace e il lavoro. E non da ultimo l’unità del Paese. In una parola, i principi ispiratori della Costituzione della Repubblica Italiana.

    Una staffetta di ciclisti dal 25 Aprile al Primo Maggio 2012 effettuerà un itinerario (dal Tirreno all’Adriatico, attraverso il territorio delle provincie di Massa, Lucca, Pistoia, Prato, Firenze, Bologna, Forlì-Cesena, Arezzo, Rimini, Pesaro) che ripercorre la maggior parte del tracciato storico della Linea Gotica, caratterizzando tale passaggio con alcuni momenti simbolici. I ciclisti recheranno con sé- una bandiera con il logo della manifestazione e una copia della Costituzione Italiana. Lungo il tragitto la staffetta si fermerà per proporre una testimonianza di dedizione ai valori della Costituzione e alla memoria degli eventi che l’hanno determinata. Una testimonianza che in linea di massima si tradurrà in brevi incontri (preferibilmente su luoghi di rilievo rispetto agli eventi della guerra e della Resistenza), nel corso dei quali ci saranno: saluti, presentazioni, scambio di gagliardetti, brevi comunicazioni  e/o letture, ed  infine una simbolica raccolta di firme sulla copia della Costituzione tra i presenti (rappresentanze di ANPI, Sindacati, Istituti di Storia, ma anche scolaresche, gruppi di associazioni culturali e sportive, e -non ultimo - la gente del posto ed i ciclisti che per alcuni tratti vorranno accompagnare la staffetta).

    Con l’aiuto dei partner e dei soggetti aderenti, inoltre, si conta di realizzare – almeno in alcune località - eventi atti a catalizzare ulteriormente l’attenzione del pubblico e dei cittadini: conferenze, concerti, spettacoli, ecc.  L’obiettivo, in ogni caso, è creare una piccola carovana di ciclisti che attraversi l’Italia lungo il suddetto  itinerario, dando un contributo tanto alla valorizzazione della memoria dei fatti che hanno portato alla nascita della Costituzione Italiana, quanto alla creazione di un ideale ponte tra i valori della Festa della Liberazione e quelli della Festa dei Lavoratori: due ricorrenze con grandi legami storici e culturali che hanno tuttavia entrambe bisogno di essere sostenute e, forse, riscoperte.

(da marzo vi si potranno trovare tutte le informazioni (compreso il programma con le tappe e i luoghi di passaggio della staffetta)