Gruppo Amici di Livergnano

Il Gruppo Amici di Livergnano nasce nel 1991 come Comitato di iniziative culturali e ricreative per Livergnano. In collaborazione con l’Amministrazione del Comune di Pianoro e con il contributo di un valido gruppo di volontari ha proposto, sollecitato e contribuito al restauro della fontana all’ingresso del paese, al restauro di alcuni pilastri votivi, alle porte della chiesa parrocchiale e del belvedere di Boccafredda, oltre alla costruzione del sagrato della chiesa, del campo per il gioco delle boccie e della aiuola nella piazza, dove successivamente è stato collocato sempre ad opera del Gruppo, il Monumento alla Memoria. Il Gruppo ha allestito inoltre mostre presso le sale del Centro Civico e collaborato con le Pubbliche Amministrazioni nell’accoglienza delle delegazioni Americana e Brasiliana in occasione delle inaugurazioni e dei restauri al monumento ai caduti della seconda guerra mondiale e al Soldato di Livergnano nel 1992.
Il questi 19 anni di attivià il Gruppo è stato sempre attivo organizzando gite, percorsi nel bosco, pedalate cene e giochi per cercare di tenere insieme la gente del borgo e per aumentare le occasioni di socializzazione.
Inoltre si preoccupa di organizzare gli eventi e le feste di piazza con la collaborazione di quasi tutto il paese, dove tutti partecipano, e portano ogniuno la propria esperienza. Ha sensibilizzato l’Amministrazione Comunale per trasferire fuori dal borgo la superfice abitativa dello stabile ex IACP e dotare così di parcheggio e di aria il paese.

 

 

A tutti l'augurio di continuare l'impegno con la consapevolezza di agire sempre per il bene di Livergnano e delle sue genti.

 

ALCUNE OPERE REALIZZATE DAL GRUPPO

 

SE VUOI PUOI AIUTARE IL GRUPPO AMICI DI LIVERGNANO

ISCRIVENDOTI CON UN PICCOLO CONTRIBUTO E DIVENTARE SOCIO.

AIUTERAI COSì IL GRUPPO ALLA SUA OPERA E VIVRAI CON NOI LE NOSTRE SERATE.

 

scrivi a:

gruppoamicidilivergnano@gmail.com

 

 

Commenti: 20
  • #20

    André Oliveira (sabato, 16 gennaio 2016 05:00)

    sono brasiliano e non parlo italiano. I am reading a book about the participation of Brazil in the world war II and I came across the history of the first Brazilian pilot who died in a mission in the city of Livergnano. I was interested in seeing the monument the city built to honor this soldier and I am glad your webpage was able to show the photos.

    One day I will go to Italy and visit all the places described in this book: 1942: O Brasil e a sua quase guerra desconhecida, pelo autor João Barone.

    Be safe

    Ciao,

    André Oliveira

  • #19

    Vera (domenica, 15 febbraio 2015 16:44)

    No. Non credo che sia stato per te una gran tristezza arrivare a Livergnano. Tutto è cupo. All'imbrunire è il paese dei morti. Non si sente una voce, e il silenzio è squassante
    Però a qualcuno piace anche questo. Non si dice Il mondo è bello perché è vario?
    C'è chi viene per salutare i nonni (perché quelli sono rimasti), chi per transitare in bicicletta, e poi le tanto amate moto!!! Beh per questo ce ne sarebbe da dire. Ma chi dovrebbe avere orecchi si gira dall'altra parte!
    Ciao livergnanesi!

  • #18

    carmen (lunedì, 01 dicembre 2014 15:45)


    Livergnano è troppo caratteristico, umile, semplice e stravagante, nelle sue case e nei suoi abitanti per essere apprezzato da un passante veloce che magari è di quelli che se non va ad Ibiza o a Formentera non è appagato. Ci vuole un'anima sensibile e matura per apprezzare Livergnano, ci vuole cultura, esperienza di vita, profondità di pensiero. Bisogna essere già soddisfatti dentro per apprezzare Livergnano con le sue rupi incombenti, i suoi sassi giallastri, le sue salite impervie, le sue case incuneate nelle rocce primitive del pliocenico, il suo vento sibilante, i suoi tramonti mozzafiato, i suoi angoli sconosciuti...

  • #17

    Pier Paolo (mercoledì, 26 novembre 2014 17:26)

    Sono stato a Livergnano parecchie volte, in quanto cercatore di reperti bellici con il metal detector, ma solo una volta ho avuto l'occasione di andare a visitare il Museo.
    Di ritrono da una ricerca avevo trovato un'anello del quale non conoscevo la provenienza, quindi mi sono recato al Museo di Livergnano per un'eventuale identificazione. Nonostante sia piccolo (ho solo 14 anni), a differenza di altri i Signori che mi hanno aiutato si sono dimostrati rispettosi nei miei confronti e molto disponibile informati. Ottima esperienza, sicuramente da ricordare in quanto l'anello è un pezzo molto raro che grazie allo Staff del Museo ora ha una corretta identificazione.

  • #16

    cristina pargoli (giovedì, 31 luglio 2014 12:04)

    mi spiace essere controcorrente,rispetto agli altri post,ma sinceramente Livergnano mi ha trasmesso un'atmosfera di forte tristezza,caseggiati scrostati ,dentro le rocce,un minuscolo centro ,per nulla attrezzato,veramente triste,da evitare, per non parlare di alcuni cacciatori che ho notato in piazzetta,addirittura uno si caricava sulle spalle una carcassa di capriolo,sembra un paesino dell'anteguerra,peccato,ma la mia è soltanto un'opinione personale ovviamente.

  • #15

    beatrice (domenica, 19 febbraio 2012 21:39)

    Quante volte mi sono fermata a bere a quella fontana, all'andata o al ritorno dalla messa, insieme con la mia amica Patrizia. Ricordi indimenticabili e forse anche i più belli della mia infanzia, come indimenticabile per me resta e resterà per sempre Livergnano. Il ricordo di quei giorni lontani: un piccolo cuore, racchiuso nel mio cuore.

  • #14

    Massimiliano (giovedì, 02 febbraio 2012 11:32)

    Buongiorno a tutti, volevo segnalarVi che ho recentemente caricato su youtube un cortometraggio amatoriale del 1954 ove vi è una bella ripresa del Monumento ai Caduti del 361° Infantry Regt. nella sua forma originaria. Immagino che abbiate già ampia documentazione in proposito, ma spero comunque di farvi cosa gradita nell'informarVi di ciò. Potrete trovare il corto su youtube cercando: Farneto, ora X!
    Cordiali saluti e a presto
    Massimiliano (Bologna)

  • #13

    emanuela (giovedì, 13 ottobre 2011 15:07)

    Ieri sera ero a casa da Irene e Remo e mi hanno parlato del vostro sito che oggi ho visitato con grande piacere, scoprendo cose del paese in cui abito da 11 anni che non conoscevo . Complimenti ad Antonio per il suo prezioso lavoro svolto fino ad oggi e a tutti quanti hanno collaborato per la realizzazione di questo bellissimo e utile servizio di informazione e complimenti per le meravigliose foto inserite !!!
    saluti a tutti
    Emanuela

  • #12

    Lorenzo (domenica, 10 luglio 2011 16:44)

    Ho trascorso gran parte delle mie estati di bambino e adolescente con i miei nonni a Livergnano e di questo paese ho bellissimi ricordi. Su "il Foglio" è stato pubblicato un mio articolo che si riferisce al campo sopra la fontana dove ho giocato tanto a pallone, e per chi avesse voglia di leggerlo.....:
    http://www.ilfoglio.it/cronachettelocali/142
    Lorenzo

  • #11

    Paolo Bettini (sabato, 30 aprile 2011 15:23)

    Ho trovato delle vecchie foto relative a Livergnano distrutta dalla guerra
    e un mini servizio fotografico sul film TERESA (alfred zinneman - 1950).
    Le immagini sono state riprese da un mio cugino e probabilmente anche dal padre (entrambi fotografi). Se ritenete possano interessare posso inviare copia.
    Cordiali saluti. Paolo Bettini

  • #10

    Andrea (domenica, 03 aprile 2011 21:18)

    Salve a tutti,ho 14 anni e abito a Milano.Sono stato a Livergnano per una mia passione:la ricerca di reperti bellici con il mio metal detector.
    L'anno scorso,durante gli esami di terza media,ho scelto di scrivere un tema storico; ho, quindi, deciso di raccontare gli avvenimenti che sono accaduti in questo paese durante la seconda guerra mondiale e grazie alle informazioni ricevute dal gentilissimo Signor Umberto,il proprietario del museo,sono riuscito a fare un tema realistico prendendo il massimo dei voti:10. Quindi vorrei ringraziarLo in modo speciale perchè,oltre ad avermi mostrato il Suo splendido museo,mi ha fatto permesso di finire in bellezza la scuola secondaria di primo grado.
    Spero di tornare presto a Livergnano e contribuire,con i miei ritrovamenti,ad arricchire il museo del paese.
    Saluti a tutti,

    Andrea De Poli

  • #9

    alida (sabato, 19 febbraio 2011 17:03)

    ciao anna!!!dai manda le tue foto di livergnano nel mondo..!!!baci da tutti noi..a presto....

  • #8

    Anna Orsi (giovedì, 13 gennaio 2011 11:34)

    Ogni volta che posso torno a Livergnano a visitare i miei cugini, Camilla, Argentina ed Umberto e le sue splendide famiglie. É un paese meraviglioso! Si respira aria fresca, tranquillitá, amicizia e semplicitá. Ho belle fotografie di paesaggi di Livergnano fatte l'anno scorso e mi piacerebbe mandarlne per pubblicare nella sezione Panorami, si puó?. Meravigliosa idea quella di "Livergnano nel Mondo", passeró la voce a familiari e amici!

    Grazie a tutti coloro che participano nella divulgazione della storia di Livergnano, in conservare le sue tradizioni e, specialmente, in mantenere quella cordialitá e trasparenza che rende le persone piú nobili, piú amiche.

    Vi voglio beneeeeeeeeeeeeee!!!
    Anna

  • #7

    Carmen (domenica, 07 novembre 2010 00:52)

    ho visitato il sito e mi sono emozionata sia nel vedere il mio paese attraverso foto e documenti così ben sistemati, sia nel leggere pensieri affettuosi per Livergnano e dintorni.Io sono nata a Livergnano,tutta la mia vita è legata a Livergnano e vi passo molto tempo. Qui trovo sempre il modo di trascorrere delle ore riposanti e felici: basta arrivare , che tutto il malumore che hai dentro, scompare,sarà l'aria veramente benefica e terapeutica, saranno il sole, i tramonti, i sentieri, le rocce, il vento...
    Livergnano è davvero magico...e sono contenta che tanti si occupino di Lui. Un ringraziamento particolare va ad Umberto, carissimo cugino, che col suo Museo ha dato al paese una identità internazionale, Bravi e a presto Carmen

  • #6

    Barbara (giovedì, 14 ottobre 2010 09:45)

    Dopo 9 anni trascorsi sotto le torri, nel cuore di Bologna, il richiamo della natura si è fatto sentire a gran voce. Non volevo però tornare nella campagna d'origine, nella pianura padana, ma scoprire in profondità quei colli che da tempo hanno saputo rapirmi cuore ed anima. Come sono giunta a Livergnano non so perchè ritengo di non aver trovato io questo luogo magico ed incredibile, ma di essere stata colta come un piccolo seme, aspirante albero, degno di poter essere trapiantato nella vostra piccola cittadina.
    Grazie al vostro sito è iniziata la scoperta virtuale di questa nuova terra che mi ospiterà. Qui si respira passione dal sapore antico, pieno, ricco d'umanità. Mi auguro di conoscervi presto. Buon autunno! Barbara

  • #5

    Antonio A. (martedì, 05 ottobre 2010 22:26)

    carissimo Paolo, per noi è sempre un piacere avervi tra noi. In fin dei conti anche te sei un livergnanese ed è per questo che non puoi mancare ai nostri appuntamenti!!
    La prossima volta che salite a Livergnano vi porto in un bosco bellissimo a tratti fiabesco, dove tra castagni e querce giacciono grandi massi franati di arenaria e fossili. A presto. Un abbraccio a Giulia e Elettra.

  • #4

    paolo tercon (lunedì, 04 ottobre 2010 00:43)

    complimenti agli Amici per l'organizzazione della cena calabrese di sabato sera e complimenti al Grande Cuoco Salvatore. grazie e mi raccomando! fateci sapere i prossimi appuntamenti! sara' la scusa per tornare a Livergnano e godere della Vostra strepitosa compagnia!

  • #3

    Claudia Vitaliti (martedì, 07 settembre 2010 01:30)

    Carissimissimi "Amici di Livergnano" vi ricordate di me?
    Io non potrei mai scordarmi e non potrei mai dimenticare tutto quello che Livergnano ha significato per me e vi ringrazio per questo sito perchè in ogni momento posso aprire il mio computer ed essere informata di quello che succede in quel punto di mondo tanto speciale .
    Ma non mi voglio perdere in sentimentalismi e sarò breve nel farmi la mia richista infatti scrivo perchè presa dalla forte nostalgia degli autunni nebbiosi , dei colori dei vostri boschi e del profumo delle caldarroste mi piacerebbe passare per Livergnano durante la "Festa dei Marroni" ma non ho trovato la data nel calendario delle manifestazioni.
    So che è una delle feste più difficile da programmare perchè bisogna aspettare che il vento faccia cadere i marroni dagli alberi e quindi aspetto con tutta calma vostre notizie.
    Saluti Claudia

  • #2

    Antonio A. (venerdì, 27 agosto 2010 18:53)

    Ciao Francesco, ti ringrazio a nome di tutti per la tua cordialità, informandoti che la prossima riccorrenza è il 7 novembre, data in cui si commemora la scomparsa del Ten. Pil. John Richardson Cordeiro e Silva, caduto col suo aereo sotto il fuoco nemico alle porte di Livergnano. Sarà presente una delegazione Brasiliana e l'ambasciatore in Italia.
    Per i Brasiliani fu il primo caduto in guerra e di fatto ritenuto un eroe nazionale.
    Ti aspettiamo per la cerimonia.

  • #1

    Francesco P. (venerdì, 20 agosto 2010 12:59)

    Ciao a tutti, sono stato nel vostro paese il 13 Agosto u.s. perchè sono un'appassionato di Storia e mi ci sono fermato un bel pezzo perchè ne ho trovata parecchia. Volevo sapere se in occasione delle date 9 e 14 Ottobre cè l'intenzione di organizzare manifestazioni per ricordare i duri combattimenti che si svolti da voi nel 1944 e tutte le vittime che purtroppo ci sono state.
    Un caro saluto al Paese di Livergnano e al gentilissimo Sig. Umberto Magnani che è stato di una disponibilità eccezzionale nel mostrarmi il suo bellissimo museo e a spiegarmi gli avvenimenti da voi accaduti.
    Spero di ritornare a trovarvi il più presto